L’alcol è una sostanza di comune riscontro nell’alimentazione di molte persone.
Il vino è presente nella dieta dei popoli del Mediterraneo mentre in altre regioni del mondo è frequente l’uso di birra e bevande fermentate ad alta gradazione: i superalcolici.
L’etanolo (o alcol etilico) non è ritenuto un nutriente essenziale, poiché non è un componente strettamente necessario e per questo ne sconsiglio l’uso.
L’etanolo viene assorbito a livello dello stomaco e dell’intestino tenue. La quantità assorbita dipende solo dal volume ingerito, quindi tutto l’alcol assunto riesce a passare nel sangue.
L’ossidazione dell’alcol libera circa 7,2 kcal per grammo, senza però fornire nutrienti e quindi non ha alcuna valenza dal punto di vista nutrizionale. Il suo potere calorico è ben al di sopra di quello dei carboidrati (4 kcal per grammo) e poco meno di quello dei grassi (9 kcal per grammo).
Il suo uso non ha effetti positivi per lo svolgimento dell’attività fisica sportiva e quindi andrebbe eliminato.
L’etanolo se viene assunto a dosaggi elevati provoca un azione depressiva sul sistema nervoso centrale.

aLCOL