Le proteine sono i principali composti dell’organismo contenenti azoto.
Quelle degli alimenti ingeriti con la dieta sono anche l’unica fonte di aminoacidi essenziali: uno scarso approvvigionamento causa problemi di malnutrizione ed altre patologie.

La dose giornaliera per gli atleti oscilla tra i 1,3/1,5 gr/kg e i 1,8/2,5 gr/kg di peso corporeo, mentre quella degli individui normali è leggermente inferiore (1/1,2 gr/kg di peso corporeo).
Apporti maggiori non producono gli effetti desiderati, ma determinano solamente un superlavoro per l’eliminazione delle scorie azotate.

Al contrario, un’insufficiente assunzione di proteine ed energia con la dieta o di sole proteine contenenti amminoacidi essenziali comportano la comparsa di malnutrizione proteica.
In una dieta adeguata equilibrata, in un individuo adulto sano, l’azoto ingerito deve corrispondere a quello eliminato.

Il 16% delle proteine è costituito da azoto, l’equilibrio tra i processi catabolici (demolizione) e quelli anabolici (sintesi) è valutato mediante il bilancio dell’azoto, che indica la differenza tra la quantità eliminata e la quantità introdotta con la dieta.
Durante la fase di accrescimento della massa muscolare, conseguente all’allenamento, il bilancio d’azoto è per forza positivo.
Il valore biologico di una proteina dipende dal numero e dal tipo di amminoacidi che apporta.
Le proteine vegetali sono carenti o mancano di alcuni aminoacidi essenziali.

PROT