Le probabilità di essere soggetto ad una malattia a carico dei vasi sanguigni o del cuore, in base alla presenza o meno di specifici fattori di rischio, è quantificata dal rischio cardiovascolare.

Esistono due diverse tipologie di questi fattori:

1)Fattori non modificabili: età, sesso e familiarità;

2)Fattori correggibili: sovrappeso, fumo, obesità, circonferenza addominale, ipercolesterolemia LDL e ipocolesterolemia HDL, abuso di alcol o droghe, sedentarietà, ipertensione arteriosa, ipertrigliceridemia, dieta inadeguata, etc.

Questi fattori possono essere modificati semplicemente tramite un corretto stile di vita, con l’ausilio anche, laddove è necessario, di terapia farmacologica consigliata dal medico.

Individuare un medio od un elevato rischio cardiovascolare nelle persone permette di intraprendere azioni in grado di modificare in positivo lo stile di vita e gli altri elementi sfavorevoli ma correggibili.

Alcuni consigli per ridurre il rischio cardiovascolare:

– Dieta iposodica, a basso contenuto di grassi saturi ed idrogenati
– Dieta ipocalorica
– Eliminare tutti gli alcolici ed il tabagismo
– Ridurre al minimo lo stress mentale
– Dieta ricca di potassio, magnesio ed omega-3
– Intraprendere un protocollo di attività fisica

ecg_normal