dm

La sindrome metabolica è una condizione caratterizzata dalla contemporanea presenza nello stesso paziente di diversi disordini metabolici ciascuno dei quali è di per sé un noto fattore di rischio cardiovascolare.
La sindrome metabolica (SM), già nota come associazione di obesità, dislipidemia e diabete mellito (oppure come sindrome X, ossia associazione di insulino-resistenza, dislipidemia, ipertensione arteriosa), viene attualmente riconosciuta come entità clinica autonoma.
Le caratteristiche clinico-metaboliche della SM più importanti sono le seguenti:
– Insulino-resistenza/iperinsulinemia.
– Obesità, eccesso ponderale.
– Dislipidemia.
– Diabete mellito.
– Ipertensione arteriosa.
– Iperuricemia.
– Steatosi epatica.
– Alterazioni del sistema coagulativo.
La sindrome metabolica potrebbe essere definita come un insieme di anormalità metaboliche e disordini fisiometabolici tra loro correlabili, in grado di aumentare il rischio per malattie cardiovascolari e la progressione al diabete mellito di tipo 2.
La prevalenza della sindrome metabolica è in aumento in parallelo all’aumento dell’obesità (obesità epidemica).