frutta secca

La frutta secca è un alimento molto energetico e ricco in proteine, fondamentale nella dieta di sportivi e non solo.
Grazie alla sua abbondanza in fibre ed al rilevante contenuto di acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi ha un’azione protettiva nei confronti di malattie come diabete, ipercolesterolemia ed obesità (le malattie del benessere).

E’ importante però fare una puntualizzazione sul momento del giorno in cui è più opportuno mangiare frutta secca. L’usanza di mangiarla al termine del pasto andrebbe evitata, in quanto si rischia di introdurre un eccesso di calorie e compromettere il bilancio energetico giornaliero. Oltre a ciò è opportuno che questo tipo di alimento sia consumato con moderazione ed in sostituzione ad altre fonti lipidiche meno salutari (ad esempio i grassi animali).

Il momento ideale per consumare frutta secca, dato il suo elevato potere calorico e la ricchezza in grassi, è durante gli spuntini abbinandola anche a della frutta fresca.

In ultima analisi consiglio di preferire la frutta secca venduta con il proprio guscio e di evitare quella tritata o sgusciata poiché, essendo confezionata in contenitori sigillati, richiede l’aggiunta di antiossidanti artificiali necessari per evitare l’irrancidimento dei grassi (ovvero un processo di decomposizione chimica a cui vanno incontro i grassi, gli oli ed altri lipidi. Questi fenomeno porta ad un decadimento delle caratteristiche nutrizionali e rappresenta un pericolo per la salute) e prolungare i tempi di conservazione.

Valori nutrizionali per 100 gr di prodotto:

Nocciole

Mandorle

Arachidi

Pinoli

Pistacchi

Noci

Energia

655 Kcal

603 Kcal

598 Kcal

595 Kcal

608 Kcal

689 Kcal

Proteine

13,8 gr

22 gr

29 gr

31,9 gr

18 gr

14,3 gr

Grassi

64,2 gr

55,3 gr

50 gr

50,3 gr

56 gr

68,1 gr

Carboidrati

6,1 gr

4,6 gr

8,5 gr

4 gr

8,1 gr

5,1 gr

Fibre

8 gr

12,7 gr

10,9 gr

4,5 gr

10,6 gr

6,2 gr

Potassio

466 mg

780 mg

680 mg

/

972 mg

603 mg