manzo

Tra le parole chiave più digitate sui motori di ricerca nell’ultimo periodo troviamo il termine “reducetariano”. Cosa si nasconde dietro questa a dir poco cacofonica parola?

Se lo si volesse aggiungere al dizionario dei neologismi, l’enunciazione non si discosterebbe molto da questa: si definisce reducetariano chiunque, all’interno della propria dieta, intenda ridurre la carne, sia essa carne bianca, rossa, di pesce o di qualsiasi altro animale.

Ora, al di là del tautologico accostamento tra i movimenti vegani e vegetariani e questa nuova moda, l’esigenza di molti di fare i conti in tasca e le nuove evidenze scientifiche in campo oncologico (la carne rossa è associata al rischio tumorale) hanno spinto le persone a rivedere il proprio menù, specialmente alla voce secondi.

Il mio consiglio è questo: non rinunciate mai ad un apporto proteico di origine animale. Preferite sempre la carne di pollo o tacchino, è meno grassa e meno costosa. Per quanto riguarda la carne di manzo o di maiale, cercate di ridurne il consumo, ma non perché una moda ve lo impone. Le carni rosse sono: bovini, ovini, equini, frattaglie rosse, selvaggina di penna e di pelo.
Non riuscite a farne a meno? Non vi dico di eliminarla del tutto dal vostro regime alimentare, però cercate di ridurla ad una volta a settimana e limitatela a dei giorni particolari, di festa. Se siete degli appassionati di carne rossa e decidete di seguire i miei consigli, allora non accontentatevi di un hamburger qualunque… questa ricetta può fare al caso vostro.

Per preparare il “Manzo al vino e verdure”, questi sono gli ingredienti per 2 porzioni medie:

– Manzo magro 300 gr (io non ho speso più di 4 euro, a proposito)
– Carote 150 gr
– Cipollotti 200 gr
– Sedano 20 gr
– Olio extravergine d’oliva 15 gr (3 cucchiaini circa)
– Rosmarino (ramettI) 1/2
– Farina d’avena integrale 15 gr
– Vino bianco 10 ml
– Salvia q.b.
– Noce moscata q.b.
– Cannella q.b.
– Sale q.b.
– Pepe q.b.

Una volta tagliati a cubetti o a julienne le carote, il sedano, i cipollotti, fateli rosolare in una teglia con la salvia e il rosmarino insieme ad un filo d’olio extravergine d’oliva.

Prendere la carne tagliata a pezzi e infarinatela con la farina d’avena, dopodiché versatela nella teglia. Dopo che ha preso colore aggiungete pepe, noce moscata, cannella e una presina di sale. Coprite la teglia e cuocete il tutto a fuoco moderato per circa un’ora. Aggiungete il vino e cuocete per 10 minuti prima di servire il piatto.

Dal punto di vista nutrizionale questo piatto apporta 255 kcal. L’apporto calorico del vino risulterà trascurabile poiché l’alcol evapora. Per quanto riguarda la suddivisione dei macronutrienti abbiamo 25 gr di proteine, 12 gr di grassi e 12 di carboidrati.