o.244477

Avevo già affrontato nel precedente articolo un approfondimento sui grassi. Oggi voglio parlarvi degli oli vegetali, in particolare dell’olio d’oliva e del perché ve ne consiglio l’uso.

L’acido oleico è un acido grasso monoinsaturo con fondamentale importanza nella regolazione dei livelli di colesterolo. In modo generico si può dire che provoca un aumento del colesterolo HDL (colesterolo buono) ed una riduzione del colesterolo LDL (colesterolo cattivo). Oltre a ciò ha anche proprietà antitrombotiche.

L’olio di oliva non contiene colesterolo ed ha un basso contenuto in acidi grassi saturi. Gli acidi grassi monoinsaturi gli permettono di essere molto più resistente al calore rispetto agli oli di semi che si degradano con maggiore facilità avendo più doppi legami.

L’olio di oliva, soprattutto se è extravergine, contiene una rilevante quantità di sostanze antiossidanti che hanno un ruolo importante contro i fenomeni ossidativi. Rimuovono i radicali liberi e le specie reattive dell’ossigeno. Evitano, quindi, il propagarsi di questi composti che se non adeguatamente controllati sono alla base di molte patologie.

Gli acidi grassi monoinsaturi riducono le concentrazioni di LDL mantenendo le HDL. Inoltre una dieta ricca in monoinsaturi induce una riduzione dei trigliceridi durante il digiuno.