yogurt

C’è chi lo pretende senza zuccheri né additivi e chi lo desidera alla frutta, chi non rinuncia a quello probiotico e chi si lascia ingolosire dai famigerati e calorici “mix”, senza dimenticare i fedeli delle imitazioni d’impronta vegana e i patiti del kefir.

Insomma, a ciascuno il suo.

Per chi invece ha più di un occhio di riguardo per la propria linea e la propria salute, l’unico vero yogurt è quello greco. La recensione di oggi prende in esame il prodotto della Fage.

Se vi state chiedendo perché optare sullo yogurt greco la risposta è semplice: ha ottimi valori nutrizionali, soprattutto per chi si allena. Naturalmente non dovete prendere quello intero (che è ricco in grassi) ma quello magro. Tornando ai valori nutrizionali, una confezione da 150 gr contiene un buon apporto di proteine (12 gr), una giusta quantità di carboidrati (7,5 g) e 0 grassi. Mediamente 100 gr di prodotto apportano 52 kcal.

Le confezioni da 150 g sono ideali per gli spuntini. Per quanto riguarda il gusto è quello classico dello yogurt, nulla di diverso. L’abbinamento migliore è quello con la frutta di stagione. Vi consiglio di aggiungere anche della frutta secca, sia per aumentare l’apporto di grassi essenziali (omega-6), sia perché l’ingestione di grassi e proteine tende a rallentare lo svuotamento gastrico e ciò rende più graduale l’innalzamento glicemico.

Il mondo dello yogurt è tanto vasto quanto variegato, perciò ho deciso di pubblicare prossimamente un approfondimento interamente dedicato a questo latticino. Per i molti di voi che seguono questa rubrica, l’appuntamento de “la spesa del dietista” è con il prossimo articolo sul tema dei cereali.