LO SPORT E GLI OVER 40

Affacciarsi su un campo di gara quando gli -anta cominciano a farsi sentire o solcare il parquet di una palestra quando non si è più giovanissimi può risultare problematico. Insieme a Luca Cornali, istruttore di CrossFit della palestra Angel’s di Manerbio, abbiamo esaminato i tre casi tipici di quarantenni alle prese con lo sport.

12735856_10201241639879497_1869285376_n

Il CrossFit è definito come una “disciplina completa”

Secondo Susanna Kobasa, una psicologa dell’Università di Chicago, le persone che meglio riescono a fronteggiare le contrarietà della vita, quelle che possono vantare la caratteristica chiamata resilienza, mostrano contemporaneamente tre tratti di personalità: impegno, controllo e gusto per le sfide.

L’espressione “gusto per le sfide” fa riferimento alla predisposizione ad accettare i cambiamenti. La persona con questo tratto vede sempre il bicchiere mezzo pieno: si concentra sugli aspetti positivi delle trasformazioni e minimizza quelli negativi. Questo cambiamento viene vissuto più come incentivo a crescere che come difficoltà da evitare a tutti i costi e le sfide vengono considerate stimolanti piuttosto che minacciose. La persona generalmente è aperta e flessibile.

Impegno, controllo e gusto per le sfide sono tratti di personalità di cui è possibile avere consapevolezza e perciò possono essere coltivati e incoraggiati.

Questi problemi riguardano solo gli atleti competitors? No, anche gli atleti fitness hanno i medesimi problemi, nonostante ambiscano ad obiettivi diversi. Essi cercano più uno stato di «benessere» con un’attenzione maniacale all’aspetto estetico. Il problema del «blocco» psicologico, in questo caso, è la difficoltà ad apprendere un gesto o la difficoltà a superare il proprio massimale.

12746157_10201241640079502_1379334756_n

Ecco Luca Cornali in una foto scattata durante un esercizio di CrossFit

Nel caso degli atleti fitness, pertanto, occorre porre molta attenzione alle basi, ad imparare e padroneggiare il gesto tecnico con un lavoro specifico e mirato. Serve sottolineare che la volontà del soggetto di provare e riprovare superando le proprie difficoltà è già un ottimo inizio perché è espressione dell’impegno, cioè della tendenza a lasciarsi coinvolgere nelle attività. La persona con questa peculiarità si dà da fare, è attiva, non è spaventata dalla fatica, non abbandona facilmente il campo, è attenta e vigile, ma non ansiosa, valuta le difficoltà realisticamente. Perché ci sia impegno è necessario avere degli obiettivi, qualcosa da raggiungere, per cui lottare e in cui credere.

Il mio invito per gli over-40 è semplice: se siete sempre stati costanti potete ambire non soltanto all’obiettivo fitness ma anche alla competizione; se invece vi riconoscete nelle caratteristiche di “vecchie glorie” o illuminati è più prudente limitare i vostri allenamenti e concentrarvi sul fitness dal momento che sarà altamente improbabile (se non impossibile) rientrare nei competitors per i primi anni.

Luca Cornali
Istruttore e atleta di CrossFit


Sei curioso di saperne di più riguardo al CrossFit? Contatta Luca al n° 366|3679572 o vieni a scoprire il nuovissimo box presso la palestra Angel’s Fitness di Manerbio!

Angels 2016

La palestra Angel’s di Manerbio vi sta aspettando: venite a trovarci!