VITARGO

Il VITARGO è una nuova molecola ottenuta da amido di patata e di mais. Vitargo è, appunto, il nome registrato di questo esclusivo polisaccaride

Questo innovativo integratore si distingue per l’elevato peso molecolare, ad indicazione della complessità della catena glucidica che lo costituisce. Tali caratteristiche conferiscono al Vitargo notevoli proprietà nutrizionali, tra cui, la più interessante riguarda l’assorbimento intestinale del carboidrato.
La bassa osmolarità (ovvero la concentrazione di una soluzione ed il numero di particelle in essa disciolte) di questa nuova formula favorisce lo svuotamento gastrico e rende, di conseguenza, più rapido l’assorbimento intestinale degli zuccheri di Vitargo.

Nelle prime 2 ore dopo l’attività fisica l’assunzione di questo integratore determina una risentisi di glicogeno molto elevata, senza però modificare glicemia ed insulina. Infatti il Vitargo presenta un indice glicemico inferiore rispetto agli altri carboidrati contenuti negli integratori energetici. Questo è dovuto principalmente ai maggiori tempi di digestione necessari per scomporre le lunghe catene glucidiche. Ciò garantisce un flusso costante di glucosio, evitando eccessivi picchi glicemici e insulinici.

Per quanto riguarda la posologia, lo assumo circa 30-40 minuti post allenamento insieme a proteine isolate (dopo aver già integrato con amminoacidi ramificati e glutammina subito dopo la seduta). Personalmente utilizzo proteine e Vitargo in un rapporto 1:2, ovvero 20 gr di proteine e 40 gr di Vitargo.

Veniamo al capitolo risultati. Ho notato una migliore capacità di recupero da sedute molto impegnative, dovuta anche al maggior ripristino delle riserve muscolari di glicogeno.

A breve tratterò anche di altri integratori glucidici come glucosio e maltodestrine. Restate collegati.